Vacanze a Salisburgo? Ecco quanto si spende

di | Marzo 20, 2019

Parliamo della nota dolente che, per quel che mi riguarda, è l’unica se si parla di viaggi: il budget! Come avrete capito mi rivolgo ad un pubblico che non è amante dei viaggi a cinque stelle ma che sa accontentarsi di sistemazioni dignitose.

Ergo: si cerca di risparmiare il più possibile senza però rinunciare alle esperienze necessarie per poter vivere appieno la città e poter entrare nello spirito del luogo.

Salisburgo è una di quelle città dove alcune cose sono più costose rispetto all’Italia mentre altre sono più abbordabili. In generale lo stile di vita che condurrete in città non sarà mai economico come ad esempio può esserlo a Barcellona o in Grecia; questo ovviamente vale se, come me, intendete fare un certo tipo di esperienze per poter entrare più in contatto con l’ambiente che vi circonda.

Ad esempio, a Salisburgo troverete tantissime pasticcerie che solo dalle vetrine fanno venire l’acquolina. Ma quello che più spinge a entrare è vedere come gli stessi salisburghesi si ritrovino in questi eleganti “cafè” con musica di Mozart in sottofondo, gustando grandi tazze di caffè bollente accompagnate da una fetta di torta.

Pertanto per me è fondamentale entrare in quelle pasticcerie: non tanto per il dolce in sé quanto per poter fare un’esperienza che rientra nella cultura e nella quotidianità degli abitanti del luogo. L’unica nota amara è il prezzo da pagare: non è difficile spendere anche 10-12€ per due fette di torta (che non sono nemmeno molto grandi) e un caffè!

Sempre sull’argomento cibo, c’è da dire che nei ristoranti dove fanno cucina austriaca si spendono dai 13-15€ in su per una porzione. Va però sottolineato che queste portate sono praticamente dei piatti unici, nel senso che non è abitudine di quelle zone fare come da noi in Italia cioè antipasto, primo, secondo e contorno.

Quindi alla fine in un ristorante si spendono circa 20€ a testa se si innaffia il tutto con una buona birra del luogo e si accompagnano le pietanze con un cestino di pane tipico. A mio parere è preferibile bere birra piuttosto che l’acqua dato che la prima, spesso e volentieri, costa meno della seconda.

Se volete risparmiare un bel po’ sul cibo senza dover rinunciare ad assaggiare i sapori locali, potete recarvi al mercato gastronomico della Universitatsplatz dove ci sono numerosi stand che offrono pietanze a base di würstel o salsicce locali, accompagnati da crauti o patate, o dove farsi fare un panino con la famosa wiener schnitzel o con speck e formaggio.

Non mancano i pretzel in tutte le versioni possibili, dolci e salati e gli knödel ai vari gusti, compreso quello tipico salisburghese, il kaspressknodel. In questo mercato troverete anche diversi tipi di pane e devo ammettere che in alcuni casi l’ho trovato anche più saporito di quello italiano perché viene aromatizzato in vari modi: cumino, sale grosso, semi di papavero, semi di sesamo, etc. Facendo in questo modo spendevamo circa 12 € (massimo 15€) in due, birra inclusa.

Tra le alternative economiche per cibarvi a Salisburgo non posso non menzionare la Augustinerbrau ovvero un birrificio che si trova ai piedi del Monchsberg. Tra canti folcloristici di alcuni austriaci in costume tradizionale e boccali di birra, il cui taglio minimo era mezzo litro, non spenderete più di 20-25€ in due e soprattutto l’esperienza vale più di qualsiasi prezzo possiate pagare.

L’altro fattore che può farvi spendere parecchio a Salisburgo sono le attrazioni turistiche. Questo fatto però è vero se si decide di pagare singolarmente gli ingressi ai vari monumenti. Se invece si usufruisce della Salzburg Card i prezzi sono molto vantaggiosi. Noi abbiamo scelto quella valida per 72 ore e ci è costata 37€.

Praticamente avevamo accesso gratuito a quasi tutte le attrazioni turistiche (tranne il Domquartier) e sconti per altre attività come i concerti di musica: quindi il mio consiglio è sicuramente quello di acquistarla. Se poi avete intenzione di visitare solo un numero limitato di monumenti, allora fate i vostri conti in anticipo.

Naturalmente non posso pronunciarmi sui costi degli alberghi e dei voli perché tutto dipende dalle esigenze personali e dal periodo di viaggio. Per vari motivi io ho soggiornato in città durante il periodo natalizio quindi non è stato per nulla economico ma per una città come Salisburgo ne è valsa la pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *