Arredare la cameretta dei bambini

di | 16 Aprile, 2019

Non è semplice progettare l’arredamento di una casa, visto che bisogna far coincidere in una soluzione esigenze di spazio, di funzionalità e di estetica.

Tra le situazioni più difficili da pensare, che richiedono un maggior studio nella scelta della disposizione del mobilio, c’è sicuramente la camera dei bambini. Questo perché è la stanza in cui convivono più funzioni: i ragazzi ci dormono, studiano, giocano, ricevono le visite degli amici. Anche dal punto di vista del contenimento serve spazio per libri, giochi, vestiti: nessun’altra stanza ha tante pretese.

Inoltre una cameretta ben pensata deve essere adatta ai bimbi più piccoli, sia come misure che come estetica, ma tener conto anche della loro futura crescita, quindi deve esser facilmente convertita in stanza da grandi, accogliendo ragazzi adolescenti.

Per rispondere a tante richieste le soluzioni possibili sono molteplici, in genere si parte a pensare la disposizione dell’arredo scegliendo il tipo di letto e la sua posizione. Il letto infatti è il mobile principe della cameretta, nonché il più ingombrante.

Una volta definito il letto si può studiare come mettere l’armadio e la scrivania, gli altri due elementi principali di una stanza per ragazzi. Se i bimbi sono piccoli vale la pena lasciare loro un ampio spazio gioco.

Camerette salvaspazio per case piccole

Quando la cameretta è molto piccola, soprattutto se deve ospitare due o più fratelli si rende necessario il ricorso a soluzioni salva spazio, fortunatamente le proposte sono svariate. Un’ottima idea è quella dell’armadio a ponte, che utilizza tutto lo spazio sopra al letto per contenimento guardaroba.

Anche il discorso di letto a castello che sovrappone due letti è un buon modo per diminuire gli ingombri in camera.

La cameretta a soppalco è un’evoluzione del letto a castello, che spesso include anche armadiature integrate.

I letti possiamo anche decidere di averli su ruote, perché siano più flessibili nell’utilizzo quotidiano, agevolando anche la pulizia del locale.

Dove lo spazio proprio scarseggia si può pensare a dei letti chiudibili a scomparsa, che durante il giorno si ripongono nelle armadiature, liberando lo spazio.

La qualità è importante

Nella scelta di una cameretta dove vivranno dei bimbi piccoli la qualità è un fattore davvero molto importante, che non deve in ogni caso esser dimenticato. In primo luogo mobili robusti saranno duraturi e sopporteranno anche gli inevitabili maltrattamenti dovuti alla presenza quotidiana di bambini.

In secondo luogo materiali di qualità sono anche sani per i bimbi: vernici all’acqua e pannelli privi di esalazioni tossiche.

Infine la qualità è un fattore di sicurezza, soprattutto in caso di strutture sospese come i ponti oppure come i letti a castello.

Per questo si consiglia la scelta di marchi conosciuti quali Doimo, Fabbrica Camerette, Moretti, Dielle o Scandola Mobili.

Progettazione e design

La scelta del design è molto soggettiva, si possono scegliere camerette di vari stili e colori. Molto dipende anche dai ragazzi stessi, che possono avere preferenze. Uno stile classico che ricorda i vecchi tempi è una scelta che si presta a case fatte come una volta, presuppone un arredo in legno massello vero e proprio o comunque simulato. Se si cerca una camera invece più moderna si opterà per proposte dal gusto contemporaneo.

Per ragazze si può decidere di dare un’atmosfera romantica, molto graditi sono i leziosi arredi country oppure shabby chic, tipo case provenzali. I colori della cameretta sono spesso personalizzabili, il consiglio è di non eccedere nei colori forti, ma creare un ambiente riposante, con predominio di tinte tenui e magari neutre, che non stanchino col passare del tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *