Visitare Chiavari

di | Maggio 8, 2019

Una piccola citt molto armoniosa. Con in più, la presenza dolce e rilassante e, nello stesso tempo maestosa, del mare. Chiavari è un vero gioiello che splende proprio al centro del Tigullio.

E “splendore” sembra, veramente, il concetto chiave per capire, apprezzare e vivere questa città. Diciamo città, ma in questo termine non c’è nulla delle connotazioni poco piacevoli o addirittura negative che siamo soliti attribuirgli.
Ci sono invece, tutti gli aspetti positivi: vita, vivacità, iniziative, varietà di proposte culturali e di intrattenimento e anche di divertimento. Insomma, un’atmosfera stimolante, frizzante e, al tempo stesso, dolce, dai ritmi umani.

Ci sono posti che hanno uno stile, uno charme tutto loro.
Chiavari è certamente uno di questi.
Storia, cultura, bellezze architettoniche e naturali, tutto vi aspetta nella piccola capitale dei Tigullio.
C’è qualcosa di speciale nell’atmosfera di Chiavari, ma c’è qualcosa di unico anche in quello che può offrire a chi ne attraversa gli spazi, ora affollati di cose e di vita, ora silenziosi, calmi ed appartati.
E’ proprio in questi ultimi è facile imbattersi nella piacevole sorpresa di un artigianato la cui tradizione è ancora ben presente e vitale.

L’antica magia di un orologiaio erede di una grande tradizione, l’inconfondibile linea delle sedie “campanino”, la cui stupefacente leggerezza ne ha fatto “la sedia di Chiavari” per antonomasia.
C’è, poi la meraviglia del “macramé“, il raffinatissimo pizzo che nasce da una sapienza antica, intatta nella sua tecnica.
Bellezza ed eleganza sono davvero una costante di Chiavari, nelle grandi come nelle piccole cose, nelle sue vie, come nei suoi caffè, nello scenario naturale di colline che la circonda, come nei piccoli tesori che offrono le vetrine liberty delle sue gioiellerie.

Chiavari, cittadina tranquilla ed accogliente, ma anche centro balneare, di sport nautici: due realtà che convivono fianco a fianco, contemporaneamente e nello stesso luogo, senza disturbarsi.
Chi desidera immergersi nella quiete raccolta e attiva del suo bellissimo centro può farlo senza venir distratto da chi, invece, preferisce una vacanza al mare in piena regola, di giorno e di notte.
La ricchezza di spunti che Chiavari offre è davvero notevole.
Il centro storico è fitto di cose da vedere.

Dai palazzi Torriglia e Rocca, a quello, quattrocentesco del tribunale.
Dal palazzo dei portici neri, con i suoi archi gotici, alla chiesa di S. Giovanni Battista, alla chiesa delle Grazie o alla Cattedrale in stile neoclassico che racchiude numerose tele seicentesche ed un pregevole gruppo ligneo del Maragliano.
E dentro a questi monumenti, tesori d’arte: palazzo Rocca di cui si possono ammirare gli arredi e la quadreria con tele di De Ferrari, Grechetto, Magnasco o il Museo archeologico.
Il palazzo offre anche l’opportunità di godere di un parco magnifico, ricco di tutte le suggestioni e i profumi di un giardino mediterraneo. Poi naturalmente, c’è la passeggiata a mare e la spiaggia: il lato balneare “estivo” e più “giovane” di Chiavari.

Le pietre, le caratteristiche ardesie, gli archi gotici, le facciate barocche parlano di un passato ricco, denso di avvenimenti, dinamicamente legato alla grande storia che caratterizza le città sorte sulla riva del mare.
Citata da Plinio col nome antico di Tigullia, la sua origine data da epoche preromane.
Il nome “Clavaro” compare per la prima volta in un documento del 980. Nel 1167 viene occupata da Genova che però deve difenderla dagli assalti di potenti famiglie feudali dell’entroterra come i Fieschi e i Malaspina

Dopo un periodo in cui diventa libero comune, Chiavari sottostà nuovamente a Genova che nel 1648 le conferisce la dignità di città. Medioevo, età barocca e tranquillo benessere borghese dell’ottocento hanno via via lasciato i loro segni, in un susseguirsi, quasi in un rincorrersi di stili e suggestioni che formano oggi, un qualcosa di molto armonioso, discreto e decisamente elegante.
Proprio come il carattere, lo spirito di questa straordinaria città.

A Chiavari, non c’è soltanto Chiavari. Chi la sceglie come base si trova al centro di un vero e proprio spettacolo naturale: il Tigullio, con il suo mare e il suo entroterra.
Ebbene, Chiavari offre un gustoso assaggio di tutti e due: col porticciolo turistico e con le colline ornate di ulivi, rappresenta un compendio particolarmente riuscito e gradevole di tutto quello che può offrire questa striscia di terra così favorita dalla natura e ingentilita dall’uomo.

Il porticciolo è l’aspetto più evidente delle potenzialità ricettive di Chiavari che vanta attrezzature turistiche che, sia dal punto di vista della qualità che da quello della quantità e della varietà, sono più che sufficienti a garantire la piena soddisfazione dell’ospite.
Qualunque sia il tipo di vacanza che ha deciso di trascorrere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *