Visitare l’isola di Ponza

di | Maggio 5, 2019

Ponza è la principale isola dell’Arcipelago Pontino. L’Arcipelago Pontino   è   composto da due gruppi di isole.Le isole che formano l’ arcipelago  sono , a nord – ovest : Ponza, Palmarola,  Zannone e l’isolotto di Gavi, a sud – est : Ventotene e l’isola di Santo Stefano, che  anni addietro fu   sede dello storico penitenziario di origine borbonica  nel quale vennero reclusi, tra gli altri, personaggi come Luigi Settembrini, l’anarchico Brogi e l’ex Presidente Pertini (  Mussolini fu confinato a Ponza e gli oppositori del regime fascista, imprigionati a Ventotene).

La colonia penale fu dismessa nel 1964 ma la sua  semplice, ed allo stesso tempo  inquietante, struttura sollecita l’immaginazione e sembra conservare nel tempo il dolore e le sofferenze di coloro i quali vi furono reclusi fino alla fine, rivendicati  da una morte, ancora fortemente presente, in ogni cella, in ogni angolo del cortile, regina del piccolo cimitero  che,   destinazione finale di coloro i quali venivano rinnegati dalla  società,  è disseminato di lapidi prive di nomi e con un unico  comune  epitaffio che,  scolpito nella pietra all’ingresso   recita inesorabile: “qui finisce la giustizia dell’uomo e comincia quella di Dio”. 

In tempi remoti, l ‘intero gruppo di  isole, oggi, appartenenti alla regione Lazio, vennero, scoperte dagli antichi romani le cui vestigia   sono sopravvissute al logorio del  tempo.

Successivamente, nel XVIII secolo, i Borboni,  furono i promotori di una ulteriore, grande colonizzazione che vide  un gran di persone, provenienti dal bacino partenopeo,  trasferirsi sulle isole dell’arcipelago,  per bonificare  aree potenzialmente produttive da colonizzare in nome dei Borboni, prima carlo II e poi il figlio Ferdinando IV. Questo è il motivo per cui il dialetto parlato dai nativi delle Isole Pontine  presenta  similitudini con il dialetto della Campania.

Ai giorni nostri l’agricoltura è stata quasi del tutto abbandonata e le professionalità  di nuova generazione  si sono specializzate nel settore ‘edilizio, nel mestiere di pescatore, generalmente ereditato dai padri, nella navigazione  e nello sviluppo delle attività legate al  turismo. Le limpide ed incontaminate acque delle Isole Pontine attraggono ogni anno migliaia di turisti ed allo stesso tempo consentono ai pescatori, professionisti e non, l’esercizio di una attività raramente infruttuosa.

Come arrivarci e distanze di percorrenza

I collegamenti con l’Isola di Ponza sono garantiti  per  tutto l’anno. Nel periodo estivo e durante le festività , il servizio è potenziato. Ponza è raggiungibile via  Anzio, Circeo, Terracina e Formia. Durante l’inverno i mezzi partono esclusivamente da Anzio, Terracina e Formia.

Da Anzio, nel periodo che va da  Giugno a Settembre   è disponibile  una  nave traghetto veloce, in grado di portare automezzi. Da Formia e  Terracina,  vari traghetti  garantiscono  i collegamenti quotidiani nell’arco dell’intero  anno. Da Anzio e Formia ( tutto l’anno ) è disponibile  anche l’aliscafo. Dal Circeo, da Aprile ad Ottobre,   una motonave veloce  effettua la traversata, di circa un’ora, collegando il promontorio di San Felice all’Isola di Ponza, distante meno di 20 miglia marine.

Condividi questo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *